Num 1-2, 2016

Approfondimenti
I consorzi di Recupero

Normativa Nazionale
NOVITÀ NORMATIVE SISTRI _ 2016
Valutazione del rischio rumore: possibilità d’uso banche dati
Infortuni, certificati inviati dal medico
Formaldeide – Ispezioni ASL
D.lgs. n. 26/2016 - Recepita la nuova direttiva PED: attrezzature a pressione
Mancata Valutazione dei rischi aziendali: Responsabilità RSPP
L’approccio gestionale del fumo di tabacco: conseguenze, vantaggi e svantaggi, le attività di promozione della salute
Linee Guida Regione Lombardia per verifica SDS

Normativa Comunitaria
Candidate List: aggiunta di 5 sostanze molto preoccupanti (Substance of Very High Concern)
Direttiva 2013/35/UE – campi elettromagnetici
DPI: Nuovo Regolamento 2016/425 (UE)
Versione aggiornata della Direttiva Seveso III
Gli ultimi recepimenti di direttive Ue

Note Giurisprudenziali
La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 24139/2016, depositata il 10 giugno u.s., si pronuncia in materia di omicidio colposo del lavoratore, con riferimento alla violazione degli obblighi di informazione e garanzia gravanti sul datore di lavoro e sui preposti
La Corte di legittimità, sentenza n. 23521/2016, depositata il 7 giugno, interviene in una materia fertile per riflessioni accademiche e prassi forense, definendo il perimetro della ''colpa'' attribuibile a chi debba rendere effettive le norme di sicurezza sul lavoro
La Corte di Cassazione (Cassazione civile, 19 settembre 2016, n.18302, sez. I) si pronuncia sui controlli difensivi su internet, posta elettronica e approfondisce la tematica del diritto alla protezione dei dati personali dei dipendenti sul posto di lavoro.
Cassazione civile , 30 giugno 2016, n.13465, sez. lav. L''osservanza dell''obbligo di sicurezza a carico del datore di lavoro impone l''adozione di misure di sicurezza ''innominate''
Cassazione penale, 26 gennaio 2016, n.12257, sez. IV. La Cassazione si esprime sull’obbligo in capo al datore di lavoro di operare una valutazione preventiva dei rischi in caso di pericoli occulti per la sicurezza dei lavoratori.
La Suprema Corte (Cassazione civile , 04 febbraio 2016, n.2209, sez. lav.) stabilisce che il datore di lavoro è responsabile anche quando l''infortunio è causato dai colleghi





Per la visualizzazione
è necessario
Acrobat Reader

Edizioni IRSI: Via Colonnetta, 5 20122 Milano - Tel: Centralino 02 5516108 - Fax: 02 54059931
P.I.: 04380170961 -